AICC Home Attività 2011    Le attività della Delegazione Torinese
   dell'Associazione Italiana di Cultura Classica
   per l'anno sociale 2019.
Indietro  Itinerari                Il Camino de Santiago: Spagna 2019              





PROGRAMMA DEL VIAGGIO


IL CAMINO DE SANTIAGO
DE COMPOSTELA

dal 19 al 26 agosto 2019




PROGRAMMA:

1° giorno:

lunedì 19 agosto 2019 - Torino / Madrid / Saragozza

Ritrovo dei Sigg.ri Partecipanti direttamente all'aeroporto di Torino Caselle, nell'atrio partenze verso metà mattinata; disbrigo delle operazioni di imbarco e doganali e partenza con volo della compagnia di linea Iberia IB per Madrid.

Arrivo all'aeroporto della capitale spagnola dopo circa 2 ore di volo.

Ritiro dei bagagli ed incontro nell'area arrivi internazionali con l'accompagnatrice locale parlante italiano, che assisterà il gruppo durante tutto l'itinerario. Sistemazione sull'autopullman riservato e partenza in direzione di Saragozza, via Autostrada AP2 (c.ca 318 km), con soste lungo il percorso.



L'antica città di Saragozza è ora una metropoli accogliente e dinamica, che custodisce più di 2000 anni di storia e affronta il futuro con grande entusiasmo dopo aver accolto l'Expo 2008. Crocevia di civiltà e cultura, a Saragozza si può ammirare un'impressionante eredità monumentale che annovera mura di cinta, chiese, basiliche, palazzi, case nobiliari... È sufficiente inoltrarsi a piedi nelle sue strade e nelle piazzette per percepire tutto il suo splendore.

   



   



   

   

All'arrivo, sistemazione nelle camere riservate presso l'hotel NH Gran Hotel Collection (cat. 4 stelle) o similare.



Cena nel ristorante dell'albergo. Serata libera e pernottamento.



   visualizza la mappa di Saragozza

   

   




2° giorno:

martedì 20 agosto 2019 - Saragozza / Pamplona (km 181)

Prima colazione in hotel.

Incontro con la guida locale in albergo e visita guidata del centro storico, iniziando da Piazza del Pilar, vicino al fiume Ebro. Qui si ergono tre edifici emblematici della città: la basilica del Pilar; l'edificio della Borsa, la costruzione civile più importante del XVI secolo in Aragona, e la cattedrale di San Salvador (La Seo), rappresentante il complesso più significativo e prezioso della regione, in cui si riscontrano tendenze artistiche medievali, rinascimentali e barocche.





La Basilica della Vergine del Pilar è un gioiello dell'arte barocca, costruita tra i secoli XVII e XVIII.

In realtà, il più antico santuario non solo della Spagna, ma probabilmente della cristianità tutta, è proprio quello della «Beata Vergine del Pilar» di Saragozza e da secoli richiama milioni di pellegrini.

La tradizione vuole, infatti, che la cappella primitiva venisse costruita da san Giacomo il Maggiore verso il 40 d.C. in memoria della prodigiosa apparizione della Vergine, giunta in bilocazione da Gerusalemme a Saragozza per confortare l'apostolo molto deluso dei risultati della sua predicazione. Il «Pilar» è la colonna di alabastro sulla quale la Madonna avrebbe posato i piedi.



   

All'interno della Basilica attuale risalta la Santa Cappella, opera di Ventura Rodríguez, che ospita l'immagine della Madonna del Pilar.

Sono anche interessanti la pala d'altare maggiore, realizzata in alabastro, e il coro rinascimentale.

Insieme alla cattedrale di Santiago de Compostela, la basilica del Pilar è una dei centri spirituali più importanti della Spagna.







È inoltre un centro artistico di prim'ordine che custodisce opere di grande valore risalenti a epoche diverse. Particolarmente interessanti sono gli affreschi di Goya nel coro e la cupola "Regina Martyrum".

Visita al Museo del Pilar, situato nella sagrestia maggiore della Basilica del Pilar, che custodisce alcuni dei mantelli e dei gioielli più rappresentativi donati alla Madonna dal XVI secolo ai nostri giorni, nonché alcuni bozzetti della decorazione pittorica della chiesa realizzati da Goya oltre che da altri artisti. Salita sulla Torre del Pilar (con ascensore), per ammirare lo splendido panorama.

   



Pranzo in ristorante a Saragozza.

Nel pomeriggio, sistemazione sull'autopullman riservato e partenza per Pamplona. Arrivo all'hotel Maisonnave (cat 4*) o similare e sistemazione nelle camere riservate di tipologia standard.







Cena e pernottamento in albergo.

   visualizza la mappa di Pamplona


3° giorno:

mercoledì 21 agosto 2019 - Pamplona / Estella / Logroño (c.ca 91 km)

Prima colazione in albergo.

Subito dopo, inizio della visita guidata della città di Pamplona, con la guida locale parlante italiano. Fondata dai romani e tappa importante del Cammino di Santiago, Pamplona è oggi una città moderna con angoli di storia totalmente intatti, tra mura centenarie e vie lastricate.



   

Da ammirare la Cattedrale di Santa Maria la Reale, in stile gotico e dalla facciata neoclassica. Il cuore di Pamplona è Plaza de Castillo, dove si affacciano i palazzi storici e numerosi caffè all'aperto. Il più celebre è il Caffè Iruña (nome basco di Pamplona), aperto nel 1888 e abitualmente frequentato, un tempo, da Hemingway. L'altra piazza importante di Pamplona è la vicina Plaza de Toros, dove si trova l'arena per le corride e dove termina la corsa dei tori di San Firmino.





   





Pranzo in ristorante locale.

Nel pomeriggio, sistemazione sull'autopullman riservato, e partenza in direzione di Estella dove, all'arrivo, è prevista la visita con una guida locale parlante italiano.

   visualizza la mappa di Estella



Il "Cammino di Santiago", Patrimonio dell'Umanità, attraversando le terre della Navarra ci porta a Estella. Questa cittadina, attraversata dal fiume Ega, è caratterizzata da un centro storico medievale nel quale gli edifici romanici e gotici ci ricordano il suo antico splendore.

Percorrendo caratteristici vicoli medievali si incontrano autentici gioielli dell'architettura romanica. Una maestosa scalinata conduce alla chiesa cistercense di San Pedro de la Rúa.

   





Si potrà così ammirare il Palazzo dei Re di Navarra, anche chiamato Palazzo dei Duchi di Granada di Ega, oggi sede del Museo Gustavo de Maeztu, un bell'esempio di architettura civile romanica.

   

   



Proseguimento con l'autopullman in direzione di Logroño, e breve sosta per una visita di questa città, capoluogo della regione autonoma di La Rioja, la più piccola regione della Spagna.

   visualizza la mappa di Logroño

Attraversata dal fiume Ebro, è da sempre, grazie alla sua posizione geografica a ridosso dei Pirenei settentrionali, un crocevia di strade antiche e moderne.

E' un'antica colonia romana, fondata con il nome di Vareia e successivamente, dopo il crollo dell'Impero Romano, fu occupata dai Celti.



   

Dal X secolo in poi è stata a lungo contesa tra il Regno di Navarra e quello di Castiglia, fino alla conquista definitiva da parte del sovrano di Castiglia, Alfonso VI nel 1095.

Visita alla Chiesa di Santa Maria del Palacio, nota per essere stata una delle sedi dei mitici Templari nel XII secolo, nonché alla Chiesa di Santiago la Real, tappa obbligata per i pellegrini diretti al Santuario di Compostela.

   

Trasferimento a Laguardia e sistemazione all'hotel Sercotel Villa De Laguardia (Cat 4 stelle). Cena e pernottamento in albergo.



   visualizza la mappa di Laguardia




4° giorno:

giovedì 22 agosto - Logroño / Nàjera / Santo Domingo de la Calzada / Burgos (120 km)

Prima colazione in albergo.

Sistemazione sull'autopullman riservato e partenza in direzione di Nàjera, tappa fondamentale del Camino di Santiago che ancora oggi custodisce un prezioso patrimonio storico, legato al periodo di maggior splendore che coincise con la nomina di Nàjera a capitale: prima del Regno di Navarra, poi di quello di Castiglia.

   visualizza la mappa di Nàjera



   

Visita del Monastero di Santa Maria La Real, dichiarato Monumento Nazionale nel 1889, costruito per volere di Garcia Sanchez III di Navarra, come sede episcopale e come futuro pantheon reale della sua famiglia. I primi lavori per la sua realizzazione furono iniziati nel 1045, e proseguirono nei secoli, fino alla realizzazione del chiostro isabellino a metà del 1500.





   

   

Pranzo e proseguimento in pullman per Santo Domingo de la Calzada: il labirinto di strade medievali di questa cittadina, dichiarato di interesse storico-nazionale, nasconde un prezioso patrimonio in cui si distinguono le mura, la cattedrale e il vecchio ospedale dei pellegrini.

   visualizza la mappa di Santo Domingo de la Calzada





Nel 1044, Santo Domingo fondò questa cittadina per soccorrere i pellegrini che nel Basso Medioevo si recavano in viaggio a Santiago di Compostela. I pellegrini che percorrevano le terre de La Rioja solevano riposare sulle rive del fiume Oja, presso il bosco della Hojuela. E fu qui che Santo Domingo costruì un ponte ed eresse un rifugio, un ospedale ed un eremo, dando origine alla cittadina che ottenne poi il riconoscimento di città per concessione di Alfonso XI nel 1334.

Le mura di cinta che ne rinforzano il perimetro medievale, sono state dichiarate Complesso di Interesse Storico-Nazionale.

L'eremo originario divenne prima chiesa dedicata al santo, e più tardi fu consacrato Cattedrale.

   

   



Situata nella centralissima piazza del Santo, la sua costruzione ebbe inizio nel 1158 ed è in stile gotico, sebbene presenti elementi di origine romanica, come la facciata e l'abside, e di stile barocco e rinascimentale, come la snella torre separata dal corpo della cattedrale.

Al suo interno risalta una bella pala d'altare in stile plateresco e il sepolcro con una scultura di fattura romanica del Santo.

Proseguimento per Burgos.



Arrivo in hotel e sistemazione nelle camere riservate presso l'hotel Sercotel Corona de Castilla.



Cena e pernottamento in albergo.

   visualizza la mappa di Burgos




5° giorno:

venerdì 23 agosto 2019 - Burgos / Leòn (176 km)

Prima colazione in albergo e rilascio delle camere.



   

Al mattino visita guidata di Burgos, fondata nell'884, nota per la più importante Cattedrale gotica della Spagna, che si distingue per l'eleganza e l'armonia delle sue linee (non a caso, è l'unica cattedrale spagnola dichiarata da sola Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO).





   

Anche se predomina il gotico, la cattedrale fonde mirabilmente anche altri stili artistici, visto che la sua costruzione si prolungò dal 1221 fino al 1765.

Il tempio custodisce anche pregevoli opere d'arte: si tratta di una collezione unica formata da eccezionali oggetti (pale d'altare, dipinti, stalli del coro, tombe e sculture).





Pranzo in ristorante.

Nel pomeriggio, sistemazione sull'autopullman e trasferimento a Leòn, con arrivo all'Hotel Sercotel Alfonso V (cat 4*). Assegnazione delle camere riservate.



   

Cena presso il ristorante dell'Hotel Conde Luna, della stessa proprietà, situato a 3 minuti a piedi dal vostro albergo. Pernottamento





   visualizza la mappa di Leòn


6° giorno:

sabato 24 agosto 2019 - Leòn / Astorga / Santiago de Compostela (320 km)

Prima colazione in Hotel.

Al mattino, incontro con la guida locale parlante italiano per la visita di mezza giornata di Leòn.









Visita alla splendida cattedrale in stile gotico nota come la Pulchra Leonina.

E' il monumento più famoso e celebrato della città, risale al XIII secolo ed è ispirata alle grandi cattedrali gotiche francesi con una "cifra" locale che la rende unica nel suo genere. La cattedrale è dedicata alla Vergine Maria e per la sua bellezza ed eleganza è soprannominata Pulchra Leonina. Rappresenta una delle vette dell'architettura spagnola medievale, sia per l'architettura magnifica che per la meravigliosa opera di decorazione che abbraccia ogni angolo della struttura.

All'interno della navata principale della cattedrale di León i visitatori rimangono ammaliati da quello che è uno degli spettacoli più incredibili dell'arte spagnola: quasi 2000 metri quadrati di vetrate dai colori sgargianti dove si possono ammirare le storie dell'antico testamento realizzate sia nel Medioevo che in anni più recenti.

Visita alla romanica Chiesa di Sant'Isidoro. Splendida chiesa realizzata nel XI secolo sull'antico tempio romano dedicato a Mercurio, considerata la "Cappella Sistina" del romanico spagnolo.

   

   



Il soprannome è dovuto alla maestosa decorazione ad affresco che copre buona parte degli interni della chiesa e rappresenta uno degli esiti più incredibili dell'arte religiosa spagnola medievale, proprio nel luogo dove venivano sepolti i regnanti leonesi e dove riposano le spoglie mortali di Isidoro di Siviglia, il vescovo spagnolo del VI secolo che fu anche uno dei più grandi intellettuali dell'alto medioevo.

Partenza in direzione di Astorga, cittadina medioevale, situata nella desolata regione montagnosa La Maragaterìa, sul versante sud-occidentale della Cordigliera Cantabrica.



Pranzo in ristorante in corso di viaggio.

   visualizza la mappa di Astorga

Visita, a cura dell'accompagnatore, di Astorga, villaggio monumentale famoso per il cioccolato e per il suo passato storico romano. Testimoni principali della storia di questa cittadina, le sue mura romane, la Cattedrale e soprattutto il Palazzo Episcopale, costruito dal famosissimo architetto Gaudì.



   

   



Lo stile dell'artista si nota immediatamente osservando gli archi rampanti dell'ingresso ed i torrioni posti nelle facciate laterali.

Si tratta di un neogotico in cui si fondono stili diversi, quali il romanico, il gotico e, per forza di cose, il mudejar. L'esterno del palazzo ricorda un castello (con merlature, punti panoramici e fossato), mentre l'interno assomiglia più ad una chiesa. La pietra scelta per l'esterno, il granito grigio del Bierzo, integra l'edificio nel suo ambiente attraverso un corretto contrasto con il muro e l'arenaria rossa utilizzata nella cattedrale.

Nuova sistemazione sull'autopullman e trasferimento a Santiago de Compostela.



Arrivo all'Hotel Compostela, cat 4 stelle, assegnazione delle camere riservate, cena a buffet e pernottamento.



   visualizza la mappa di Santiago de Compostela




7° giorno:

domenica 25 agosto 2019 - Santiago de Compostela

Prima colazione in hotel.

Mattinata libera per la visita individuale del sepolcro di San Giacomo (meta di milioni di pellegrini), con possibilità di partecipazione alla messa capitolare (cantata) nella Cattedrale.





   visualizza la mappa di Santiago de Compostela

La basilica cattedrale metropolitana di San Giacomo di Compostela (in galiziano e spagnolo: Catedral basílica metropolitana de Santiago de Compostela) è la chiesa madre dell'arcidiocesi di Santiago di Compostela, basilica minore e uno dei massimi santuari cattolici del mondo; al suo interno, nella cripta, i fedeli venerano le reliquie dell'apostolo Santiago o Maior/el Mayor (san Giacomo il Maggiore), patrono di Spagna. La cattedrale di Santiago è alla fine del Cammino di Santiago di Compostela, storico pellegrinaggio di origine medievale.

Secondo la leggenda, il corpo dell'apostolo Giacomo il Maggiore fu rinvenuto nel IX secolo nell'area dove sorge la cattedrale. Una prima chiesa intitolata a San Giacomo venne qui costruita all'inizio del IX secolo, per volere di Alfonso II delle Asturie. Successivamente, nell'899, sotto re Alfonso III, la prima chiesa fu rimpiazzata da un'altra più grande, in stile protoromanico.





Nel 997, durante il saccheggio della città di Santiago de Compostela da parte dei berberi comandati da Almanzor, la chiesa protoromanica venne incendiata e le sue porte e campane fatte trasportare, dagli schiavi cristiani, alla grande moschea di Cordoba.

Nel 1095 il papa Urbano II decretò il trasferimento della sede vescovile di Iria Flavia, l'attuale Padrón, a Santiago de Compostela.



   



   

L'inizio dei lavori dell'attuale cattedrale risale al 1075. Il tempio, in stile romanico, venne completato nel XIII secolo e consacrato nel 1211, alla presenza del re Alfonso IX di León.



   





Si tratta di uno degli edifici che meglio rappresenta il tipo di chiesa romanica che scandisce il cammino di Santiago di Compostela tra Francia e Spagna (Sainte-Foy di Conques, Saint-Martial de Limoges, San Martino di Tours e Saint-Sernin a Tolosa), caratterizzato dall'abside con cappelle radiali e deambulatorio. Subì modifiche tra XVI e XVIII secolo.

Pranzo libero.

Al pomeriggio incontro con la guida locale parlante italiano ed inizio della visita guidata panoramica di questa città il cui centro storico è stato iscritto nell'elenco del Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO.



   



Si passerà davanti alla Facoltà di Storia e Geografia, la chiesa di San Fiz de Solovio e l'edificio dei Mercati Generali, per giungere poi al Parco di Bonaval per visitare il Museo del Popolo Galiziano, situato all'interno del complesso formato dalla chiesa e del convento di Santo Domingo de Bonaval. Quello che più sorprende è la tripla scala a chiocciola che conduce ai vari piani dell'edificio, ed a seguire visita del Centro Galiziano d'Arte Contemporanea situato a fianco, moderno dentro e fuori.

   

   







Cena in hotel a Santiago. Pernottamento.






8° giorno:

lunedì 26 agosto 2019 - Santiago de Compostela / Madrid / Torino

Prima colazione in hotel.

Rilascio delle camere (i bagagli potranno essere lasciati al deposito bagagli della reception dell'hotel) e mattinata libera a disposizione per le ultime visite di interesse personale.



   

Pranzo libero.



In orario prestabilito, nel primo pomeriggio, incontro nell'atrio dell'hotel, ritiro dei bagagli e carico degli stessi sull'autopullman. Trasferimento all'aeroporto di Santiago de Compostela, in tempo utile per il disbrigo delle operazioni di imbarco sul volo della compagnia aerea di linea Iberia in partenza per Madrid, e all'arrivo, coincidenza con volo in partenza per Torino.

Arrivo all'aeroporto di Torino Caselle in tarda serata, ritiro dei bagagli e termine dei servizi..


HOTEL

Clicca sugli hotel per aprire i rispettivi siti.     

Saragozza - NH Gran Hotel Collection      ****



Pamplona - Hotel SHR Maisonnave      ****



Laguardia - Sercotel Villa De Laguardia      ****



Burgos - Sercotel Corona de Castilla      ****



Leòn - Sercotel Alfonso V       ****



Santiago de Compostela - Hotel Compostela      ****






QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE

Base min. 30 – max. 34 partecipanti      Euro 1.620,00

Base min. 25 – max. 29 partecipanti      Euro 1.705,00

Base min. 20 – max. 24 partecipanti      Euro 1.810,00

Supplemento sistemazione in camera singola (tutto il periodo)      Euro 340,00




LA QUOTA COMPRENDE

  • Biglietto aereo in classe Economy su voli della compagnia aerea Iberia da Torino Caselle a Madrid in andata e da Santiago de Compostela a Torino Caselle (via Madrid) in rientro, con 1 bagaglio a mano ed un bagaglio in stiva da 20 kg a pers., a tariffa gruppo standard, soggetta a riconferma fino al momento della conferma di prenotazione dell'intero gruppo
  • Tasse aeroportuali (pari ad Euro 45,57 alla data odierna – 07/12/2018) e soggette a variazione fino al momento dell'emissione dei biglietti aerei (che avverrà 20 giorni ante partenza come da contratti gruppi delle compagnie aeree)
  • Autopullman riservato a disposizione per 8 giorni per il tour in Spagna, con partenza dall'aeroporto di Madrid il giorno di arrivo e termine del servizio all'aeroporto di Santiago de Compostela il giorno di partenza del gruppo dalla Spagna;
  • sistemazione in hotel di categoria 4 stelle in camere doppie con servizi privati nel seguente ordine:
    - 1 pernottamenti a Saragozza;
    - 1 pernottamento a Pamplona;
    - 1 pernottamento a La Rioja (Laguardia);
    - 1 pernottamento a Burgos;
    - 1 pernottamento a Leòn;
    - 2 pernottamenti a Santiago de Compostela;
  • negli alberghi menzionati oppure in hotel similari (pari categoria), a seconda della disponibilità effettiva al momento della prenotazione;
  • Trattamento di pensione completa: pranzi di mezzogiorno in ristorante (dal 2° al 6° giorno, esclusi quindi il 1^, il 7^ e l'8^ giorno) con menù a due portate e ½ lt. acqua minerale inclusi; (altre bevande e caffè non inclusi); prime colazioni e cene in hotel con menù a 3 portate ( bevande non incluse ) per tutta la durata del viaggio, a partire dalla cena della prima sera alla prima colazione del giorno di partenza;
  • Accompagnatore specializzato locale parlante italiano per tutta la durata del viaggio, dall'incontro in aeroporto a Madrid fino alla partenza dall'aeroporto di Santiago de Compostela per la gestione delle necessità operative e di assistenza ai passeggeri e per spiegazioni "di base" nelle tappe cittadine (intermedie) ove non sono previste le guide autorizzate locali ;
  • Guide autorizzate locali per visite di mezza giornata (3 ore) in lingua italiana a: Saragozza, Pamplona, Burgos, Leòn, ed una mezza giornata a Santiago de Compostela (con durata visita di 3 ore e mezza)
  • Le spiegazioni generali nelle città di sosta lungo i percorsi verranno effettuate dall'accompagnatore locale al seguito del gruppo durante il tour;
  • Ingressi inclusi alle Basiliche e Cattedrali, Musei la cui visita è espressamente menzionata in programma:
    - Saragozza : Basilica del Pilar con il suo museo e la Torre con ascensore;
    - Logroño: Chiesa di Santa Maria del Palacio e Chiesa di Santiago la Real;
    - Nàjera: Monastero di Santa Maria La Real;
    - Santo Domingo de La Calzada: Cattedrale;
    - Burgos: Cattedrale;
    - Leòn : Cattedrale e Chiesa di Sant'Isidoro;
    - Santiago: un ingresso alla Cattedrale con radioguide obbligatorie, Museo del Popolo Galiziano e Centro Galiziano di Arte Contemporanea;
  • Assicurazione medico-bagaglio AXAGruppi;
  • Borsa omaggio Promotur, con etichette e materiale illustrativo il viaggio;
  • Tasse e percentuali di servizio, nonché IVA.


LA QUOTA NON COMPRENDE

  • Entrate ai musei e monumenti non esplicitamente menzionati nella quota "include";
  • Facchinaggio in hotel;
  • Mance, ed extra personali;
  • Tutto quanto non espressamente evidenziato e menzionato alla voce "la quota comprende".


INFORMAZIONI IMPORTANTI

1) La tariffa aerea inserita nella quota, è stata calcolata sulla base di una speciale classe di prenotazione con disponibilità limitata ed è pertanto soggetta a riconferma al momento della prenotazione;

2) Le tariffe potrebbero subire aumenti nel caso il costo del gasolio e/o delle tasse aeroportuali, ed i costi delle strutture alberghiere e ristorative dovessero essere adeguate all'aumento del costo della vita ed all'eventuale aumento dell'IVA spagnola, o in caso di conferma del viaggio all'ultimo momento, cioè "sotto data di partenza".

Le quotazioni contenute nel presente programma sono state calcolate sulla base delle tariffe in vigore al 7 dicembre 2018: sono pertanto suscettibili di eventuali variazioni al momento del saldo.



MODALITÀ DI PRENOTAZIONE E ISCRIZIONE:

- Scadenza prenotazioni: entro il 14 maggio 2019
(la conferma dell'effettuazione del viaggio, a seguito del raggiungimento del numero minimo di 20 partecipanti, verrà comunicata la settimana successiva la chiusura/conferma delle prenotazioni = 14-21 maggio 2019)

- Scadenza pagamento dell'acconto (= 30% della quota di partecipazione):
entro una settimana dalla chiusura delle prenotazioni (= 21 maggio 2019)


- Scadenza pagamento del saldo (= restante 70% della quota di partecipazione):
entro un mese dalla data di partenza (= 19 luglio 2019)




PER INFORMAZIONI, PRENOTAZIONI E ISCRIZIONI:

PROMOTUR VIAGGI SRL
Riferimento : UFFICIO GRUPPI
Piazza Pitagora, 9
10137 TORINO
Tel 011 3018888 – Fax 011 3091201 – E.mail incentive@promoturviaggi.it



--> visualizza il modulo d'iscrizione
da stampare dal menu "File - Stampa"





L'ACCOMPAGNATORE CULTURALE:


Il prof. Renato UGLIONE, Presidente dal 1980 della delegazione torinese della AICC, Associazione Italiana di Cultura Classica ( organizzatrice dell'itinerario), già docente nelle università di Trento e LUMSA di Roma, vanta una esperienza didattica quarantennale presso il Liceo Classico Valsalice di Torino. Ha fondato dieci anni fa il Centro Europeo di Studi Umanistici "Erasmo da Rotterdam" ( CESU ) di Torino, promotore della collana internazionale di testi patristici ed umanistici CORONA PATRVM ERASMIANA ( ed. LOESCHER ), di cui è Direttore.














NORME GENERALI

1 – Promotrice del viaggio è la delegazione torinese dell'Associazione Italiana di Cultura Classica che ne garantisce il carattere culturale. L'organizzazione tecnica è affidata alla Agenzia "PROMOTUR SRL".

2 – I viaggi sono riservati ai soci dell'Associazione Italiana di Cultura Classica, ai loro familiari e a tutti coloro che ne condividono l'impostazione culturale. In linea con tale impostazione, durante i viaggi ampio spazio verrà dato alla lettura di testi e alla illustrazione di autori, monumenti, problemi storico-letterari attinenti ai luoghi visitati.

3 – I viaggi sono fermamente sconsigliati a coloro che soffrono il mal d'auto, non potendo essere loro garantiti in alcun modo i primi posti del pullman, riservati allo staff organizzativo (tour leader, guida locale, responsabile culturale, eventuale relatore).

4 – L'iscrizione al viaggio sarà formalizzata soltanto dopo l'accoglimento della domanda di partecipazione redatta su un modulo di cui all'allegato A (cf. sopra, scaricabile dal sito), da spedire o consegnare all'Agenzia "PROMOTUR SRL" entro i termini fissati per ciascun viaggio. In tale domanda, indirizzata alla Presidenza della delegazione torinese dell'A.I.C.C., i richiedenti si impegneranno formalmente a rispettare il programma dell'itinerario in ogni sua parte, ad accettare e a condividere lo spirito e gli intenti culturali del viaggio e a sollevare l'A.I.C.C. da ogni responsabilità in relazione ad eventuali inconvenienti tecnici e organizzativi.

5 – Per la partecipazione al viaggio non è richiesta l'iscrizione all'A.I.C.C.

6 – Per ulteriori e più dettagliate informazioni si consiglia di consultate il sito www.aicc-to.it.

7 – Le quotazioni sono state costruite sulla base delle tariffe aeree ed alberghiere in vigore nel dicembre 2018 e, pertanto, al momento dell'iscrizione sarà cura dell'agenzia riconfermare le quote individuali di partecipazione. I programmi sono stati elaborati sulla base dei dati e delle informazioni al momento disponibili. Pertanto potranno subire variazioni dovute a motivi tecnici e organizzativi.

8 – Per i programmi dettagliati e le condizioni generali dei viaggi l'unico testo a fare fede sarà quello – completo – pubblicato sul sito ufficiale dell'A.I.C.C. (www.aicc-to.it).





Indietro  Itinerari                Il Camino de Santiago: Spagna 2019              

© 2018 Davide Canavero - webmaster@aicc-to.it